Polifenoli dell'olio d'oliva: contro i danni cellulari e l'invecchiamento cutaneo

Polifenoli dell’olio d’oliva: contro i danni cellulari e l’invecchiamento cutaneo

Nell’olio d’oliva e nelle foglie degli ulivi é contenuta una sostanza speciale: l’oleuropeina. L’oleuropeina appartiene al gruppo dei polifenoli e si trova nei frutti, nelle radici e nelle foglie di olivo. Questa sostanza viene utilizzata nei prodotti cosmetici perché aiuta a neutralizzare i danni cellulari e previene l’invecchiamento cutaneo indotto dalla luce. Questo perché i polifenoli si sono dimostrati degli eccezzionali antiossidanti. Da un punto di vista chimico, con il termine antiossidante si intende una sostanza in grado di contrastare, rallentare o neutralizzare la formazione dei radicali dell’ossigeno che si formano in seguito a reazioni di ossidazione. Si ritiene che lo stress ossidativo sia in parte responsabile del processo di invecchiamento ed è stato collegato allo sviluppo di una serie di malattie. Nella nutrizione, i polifenoli hanno destato a lungo l’interesse della scienza. Sono considerati avere un effetto antiossidante e antivirale, rendere innocui i radicali liberi, regolare la pressione sanguigna, inibire i processi infiammatori e aiutare contro numerose malattie civilizzatorie. Si presume persino che abbiano un effetto di prevenzione del cancro.

 

BYE-BYE Pelle liscia?

Al più tardi verso i venticinque anni, l’invecchiamento della pelle diventa evidente con linee sottili o irregolarità cutanee. Anche le linee di espressione si approfondiscono, anche se rendono anche il viso più espressivo. In parole povere, il motivo dei segni visibili dell’invecchiamento della pelle è che le cellule morte non vengono più sostituite con quelle nuove così rapidamente come nei bambini e negli adolescenti. Anche il sole (radiazioni UV) lascia il segno, così come i fast food o gli alcolici. Al fine di favorire la rigenerazione della pelle e proteggerla dagli influssi negativi e processi ossidativi, si consiglia di iniziare subito la giusta cura e di contrastare il processo con l’alimentazione. Un olio d’oliva ricco di polifenoli è qui di grande utilitá, purtroppo non è facile da trovare poiché nei supermercati vengono offerti solo prodotti di qualità scadente. Un tale olio d’oliva funziona meglio quando viene usato in crudo ed in modo abbondante.

Senza l’olio giusto non smaltisci grasso!

pancia piatta e addominali in vista con olio di oliva

Sei a dieta ma non perdi la ciccia?

Forse – come dimostrano le nuove ricerche – è perché stai risparmiando troppo sull’olio. Perché paradossalmente, abbiamo bisogno di grass buoni per avere la pancia piatta. La scienza ora è d’accordo su questo. Contesto: gli acidi grassi sono coinvolti nell’attività del metabolismo. Non possiamo scomporre il grasso vecchio attorno all’addome e ai fianchi senza nuovo grasso dal nostro cibo. Perché: solo il grasso stimola la combustione dei grassi nel fegato. Al contrario, i cibi leggeri fanno l’opposto. In sostituzione delle proprietá saporifiche dei grassi, vengono utilizzati molto zucchero e sale. Ciò porta alla ritenzione idrica e provoca fluttuazioni del livello di zucchero nel sangue: aumentiamo di peso invece di perdere peso!

Soprattutto nella zona addominale una dieta che è passata a grassi sani mostra risultati positivi – e questo dopo solo due settimane. Uno studio inglese ha scoperto che gli acidi grassi polinsaturi, specialmente l’olio d’oliva di qualitá, fanno scomparire il grasso della pancia.